Ricordano i risciò che ancora tutt’oggi trasportano i turisti nelle metropoli orientali. Oppure riportano alla memoria i venditori ambulanti di fine ‘800, quando l’unica alternativa alla carrozza a cavalli era la bicicletta modificata in modo da poter trasportare oggetti, libri o frutta e verdura.

Fino ad ora la cargo-bicicletta non ha avuto la diffusione che avrebbe meritato, date le sue caratteristiche di sostenibilità ambientale, silenziosità e praticità, perché già può essere impegnativo attraversare la città in bicicletta per una persona non allenata, ma addirittura farlo con un carico in più come la spesa di una settimana o due bambini a seguito, diventa proibitivo.

La rivoluzione che sta espandendo a macchia d’olio l’interesse e l’acquisto di una cargo-bici oggi è l’avvento del motore elettrico: applicato alla bici ha dato un impulso potente risolvendo il problema del peso del carico per la limitata potenza muscolare.

Nasce così la cargo bike con pedalata assistita o bici cargo elettrica. Comunque la si voglia chiamare, la bici cargo elettrica rappresenta l’alternativa efficiente e pratica all’automobile di famiglia e, nel mondo del lavoro, al trasporto logistico per i recapiti capillari.

Negli ultimi quattro o cinque anni, la cargo bike elettrica è stata ridisegnata per migliorarne la stabilità, la capacità e l’equilibrio del carico, passando anche dalle due alle tre ruote, migliorando la tecnologia del cambio e della sterzata, insomma, un veicolo modernissimo e tecnologico con un grande passato storico.

Le migliori Cargo Bike Elettriche

Cargo Bike Elettrica Fiido T1

cargo-bike-elettrica-fiido-t1

Caratteristiche:

  • Marchio: Fiido
  • Carico massimo: 200 kg (sella: 120 kg, portapacchi posteriore: 80 kg)
  • Dimensioni della ruota: 20 * 4 pollici
  • Colore: nero & marrone
  • Numero di velocità: 7
  • Velocità: 45 km/h
  • Autonomia: 150 km
  • Materiale del telaio: lega di alluminio
  • Motore:  750W
  • Batteria: 48V 20AH
  • Freni a disco
  • Peso: 36,2 kg
  • Display a LED
  • Luce anteriore
  • Cestino anteriore

Cargo Bike Elettrica: la soluzione per la famiglia

La cargo bike elettrica può risolvere molte delle esigenze tipiche di una famiglia, come portare i bambini più piccoli alla materna e alle elementari evitando quelle lunghe code di auto ferme a motore acceso davanti agli ingressi delle scuole.

 Un’altra situazione, dove le cargo bike elettriche sono veramente utili, è il momento della spesa: invece di fare piccoli acquisti quotidiani che subito riempiono il cestello di una tradizionale bici, ora si può fare la spesa di tutta una settimana per la famiglia, senza problemi di parcheggio e di trasporto di borse ingombranti.

Anche una semplice gita può diventare una piacevole avventura.

La cargo bike elettrica può caricare i bambini o i propri cani, anche di grossa taglia, superando salite o attraversando le zone pedonali dei centri cittadini e la trazione è assicurata dal motore elettrico che fornisce la spinta necessaria perché tutti si divertano e si godano il panorama, ben diverso da quello che si può percepire dall’abitacolo di un’auto.

Cargo Bike Elettrica: la soluzione per le aziende

Si potrebbe pensare che ci si riferisca esclusivamente alle aziende del delivery che hanno la necessità di recapitare pacchi fin nelle viuzze più strette e in zone a traffico limitato.

Invece anche molte altre attività possono beneficiare dell’efficienza di una bicicletta cargo elettrica: per esempio alcuni studi professionali con la sede nei centri storici urbani che ogni giorno devono spostarsi con il proprio personal computer e un borsone per la documentazione per raggiungere i propri clienti o collaboratori.

Inoltre la cargo bici elettrica si trasforma anche in un laboratorio artigianale semovente o piccolo street-food, perché può contenere tutte le attrezzature per lavorare e vendere direttamente su strada e all’aperto.

Una bici elettrica cargo per ogni esigenza

Che la si usi per lavoro o per il trasporto familiare, la cargo bike elettrica ha caratteristiche importanti da valutare, a secondo dell’uso che se ne vuole fare.

In comune hanno un motore elettrico di potenze che possono variare dai 250 watt/ora a 900 watt/ora, anche se tutte hanno la limitazione di velocità a 25 km orari come richiesto dal codice della strada. A parità di velocità, quindi, la maggior potenza del motore si traduce in durata della batteria oppure in potenza di spinta per capacità di carico maggiori.

Di solito le batterie sono, come per altri tipi di bici con pedalata assistita, al litio e la ricarica può essere effettuata con un cavo alla presa di corrente normale, direttamente dalla bici oppure staccando il corpo batteria dal telaio.

I modelli disponibili sono a due ruote o tre ruote. Le due ruote possono essere accessoriate con trasportini al traino per piccoli pesi e ingombri, come un bambino o un animale; le tre ruote, invece grazie alla loro stabilità, oltre al traino posteriore, possono essere fornite di alloggiamenti più larghi e capienti nella parte anteriore tra il manubrio e la ruota.

Per la famiglia e per il trasporto di bambini o animali, questi “cabinati” anteriori sono forniti internamente di imbottiture, sedili e cinture di sicurezza, inoltre hanno anche coperture trasparenti in caso di pioggia o clima freddo.

Per le cargo bike da lavoro, invece, si tende a personalizzare il contenitore secondo le proprie esigenze e sono presenti sistemi di chiusura di sicurezza antifurto per il contenuto e anti-urto per il contenitore.

Scoprite anche le bici elettriche 1000W.