Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598     Sito Italiano Mountain bike

Dal Borgo di Mensanello a Assisi in mountain bike

   
Tappa San Quirico d'Orcia - Castiglione del Lago Km Disl
3 56 1230
Partiamo da San Quirico d'Orcia e lasciamo subito la  SR2 , Cassia, per imboccare la strada Comunale di Cerrecchio, una bellissima strada bianca, che dopo circa 1,5 km incrocia un'altra strada sterrata, la strada di Casabianca, che attraversa un bellissimo tratto collinare della Val d'Orcia ed entra poco dopo nel territorio comunale di Pienza
Procederemo su un continuo saliscendi e prima di entrare nella bellissima cittadina, dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità nel 1996, ci dovremo impegnare nella risalita verso la Pieve di Corsignano (Sec. XII) dove, nel 1405, nel suo fonte battesimale, fu battezzato Enea Silvio Piccolomini, il futuro papa Pio II.
Arrivati nel centro cittadino, di questo gioiello della Val d'Orcia, potremo ammirare  il Duomo, realizzato per volontà del Papa, nel Sec. XV. La Chiesa di San Francesco (Sec. XIII), la Chiesa della Misericordia (Sec. XVII) oltre a Palazzo Piccolomini (Sec. XV), il Palazzo Vescovile o Palazzo Borgia.
Lasciamo la bellissima cittadina di Pienza e ci immettiamo sulla strada panoramica Comunale di Monticchiello che   seguiamo per rimanere nel mezzo delle colline della Val d'Orcia ed arriviamo fino al km 5,7 dove ritroviamo la strada asfaltata quando raggiungiamo Monticchiello. Girando a sinistra proseguiamo in leggera salita ed arriviamo nel centro storico o borgo fortificato dove potremo ammirare la Pieve dei Santi Leonardo e Cristoforo e la Torre del Cassero oltre alle stradine strettissime che caratterizzano in piccolo centro abitato.
Usciamo dal borgo e ci immettiamo nella sterrata che entra nel bosco seguendo sempre la strada principale e arriviamo in località Casanova, un vecchio casale del 700 completamente ristrutturato, e proseguiamo tra le colline fino a raggiungere il bivio e la località Poggiano. Seguendo a destra la stradina, che nel frattempo è diventata asfaltata, proseguiamo in discesa fino all'incrocio con la  SP146 , strada provinciale di Chianciano.
Teniamo la destra e ne percorriamo circa 300 m per girare poi a sinistra su via dell'Aiola, un'altra strada bianca, che sempre in leggera salita arriva dopo 400 m ad un bivio dove girando a destra proseguiamo in direzione della bellissima Chiesa di San Biagio (Sec. XVI) e all'immediata periferia di Montepulciano. I 600 metri successivi, seguendo via di San Biagio saranno veramente duri ma una volta arrivati in cima alla salita saremo all'interno delle viuzze del centro storico di Montepulciano.
Nella celebre località, all'interno delle strette viuzze, andremo a visitare la Chiesa e il Convento di San Francesco (Sec. XI) la Chiesa di Sant'Agostino e la Torre dell'Orologio, la piazza Grande dove troviamo il Duomo o Cattedrale di Santa Maria Assunta  e il Palazzo Comunale la cui facciata è opera di Bartolomeo Michelozzi detto il Michelozzo (Sec. XII/XIII).
Lasciamo anche questa incantevole località sulla collina e adesso in discesa uscendo da Porta al Prato imbocchiamo via dei Sangallo che ci porta verso l'incrocio con semaforo sulla  SP17 , dove proseguiamo diritto per via Bernabei e poi via San Martino dove passiamo accanto alla piccola chiesetta di San Martino. La stradina, che passa tra i vigneti del Vino Nobile di Montepulciano e tantissimi tratti a uliveto si addentra in Valdichiana e arriva al piccolo borgo di Cervognano.
Seguendo sempre la strada asfaltata arriviamo fino al km 21,6 dove prendiamo adesso a destra e ci immettiamo in un bellissimo tratto sterrato che passa nel mezzo delle colline tra filari di viti e uliveti e ci conduce alla periferia di Acquaviva. Aggiriamo il centro abitato e andiamo in direzione della località Casenuove e proseguiamo su sterrata seguendo un tratto del corso del Fosso Salcheto e sottopassiamo l'Autostrada del Sole, A1 , arrivando all'incrocio con la  SP236 .
Ne percorriamo 350 m e al bivio prendiamo a destra la provinciale  SP454  che prosegue in direzione della linea ferroviaria dove appena passato il sottopasso giriamo a destra sulla strada bianca che arriva davanti alla Riserva Naturale del Lago di Montepulciano. Oltrepassato il Centro Visite teniamo la sinistra e percorriamo il rettilineo di circa un km e poi girando a destra percorriamo ancora qualche centinaio di metri per passare il confine ed arrivare in Umbria.
La sterrata prosegue tra i campi e in un tratto di territorio abbastanza piatto e al primo bivio teniamo la destra e ci portiamo in direzione del piccolo centro abitato di Cozzano. Attraversiamo le poche case passando davanti alla piccola chiesetta e proseguiamo sempre diritto per girare a destra sulla sterrata che va ad attraversare dei grandi pratoni. Oltrepassiamo la località La Contea e ci dirigiamo verso il piccolo centro di Pozzuolo Umbro.       
Arrivati davanti a delle villette a schiera proseguiamo sempre diritto ed andiamo ad incrociare la  SP301  che attraversiamo per portarci davanti al caseggiato del Consorzio Agrario e deviare poi a destra su viale Milano da dove andremo in direzione della località Croci e passato il bosco arriviamo alla località Bologni dove proseguiamo su questa bella stradina asfaltata fino all'incrocio in località Bertoni.
Girando a destra arriviamo al piccolo centro di Piana che attraversiamo seguendo via della Libertà e quando raggiungiamo la località Marchetti proseguiamo sempre diritto arrivando al sottopasso ferroviario che superiamo per raggiungere l'incrocio con la  SR71 , strada statale Umbro Casentinese. Una brevissima deviazione a destra e poi subito a sinistra per arrivare sulla ciclopedonale che ci porta a Castiglione del Lago bellissima località sul Lago
Trasimeno
. Nel bellissimo borgo, con le sue strette stradine del centro storico, potremo visitare Palazzo della Corgna, Il Castello o Rocca del Leone, ancora cinto dalle mura originarie, la Chiesa di Santa Maria Maddalena, la Chiesa di San Domenico (all'interno del borgo cinquecentesco).
San Quirico d'Orcia - Castiglione del Lago