Invia un messaggio con WhatsApp al numero 340.1823598                                           Sito Italiano Mountain bike

Da Livorno alla Valdelsa in mountain bike

Con questo tour, di 5 giorni, che parte da Livorno ed arriva in Valdelsa abbiamo voluto tracciare un percorso che si congiungesse con quello dello scorso anno che aveva la partenza dalla Valdelsa ed arrivava ad Assisi. La nostra è pura passione e siamo persone, oltre che biker, che si dedicano ad un cicloturismo vero fatto di tante andate e tanti ritorni su tracciati che sulla carta sembrano percorribilissimi ed invece quando arriviamo scopriamo che tale stradina è chiusa oppure un cancello ne delimita l'accesso o ancor di più il sentiero è sparito perché da li per tanto tempo non ci è passato più nessuno o più semplicemente perché il fondo è talmente rovinato e quindi impraticabile.

Il nostro itinerario del 2018 dalla Valdelsa ad Assisi

Certo, in alcuni momenti lo sconforto ti prende, anche perché non hai a fianco un furgone o un mezzo che ti possa portare il bagaglio o un'organizzazione che ti paga per fare questo lavoro, ma hai addosso il peso dello zaino e la mountain bike attrezzata per questo tipo di percorsi  che pesa giusto qualche chilo in più del normale per cui se devi spingere devi fare doppia fatica, ma lo fai lo stesso perché l'avventura inizia subito appena metti il piede sul pedale e parti.

Devo dire che quest'anno di queste situazioni ne abbiamo vissute e lo troverete nelle pagine che descrivono il nostro viaggio giornaliero però non ci siamo mai persi d'animo e abbiamo proseguito avanti e indietro per stradine etc. fino a quando non siamo riusciti a risolvere il problema del passaggio.

Con questo voglio ringraziare gli amici che hanno voluto condividere con me questa fatica, ma anche questa nuova avventura, ed inizio da Dino e Maurizio che conosco da oltre 10 anni e che sono stati i primi a conoscere nel lontano 2007 il gruppo. Ma non posso non parlare di Rossano e Luigi che sono forse gli ultimi arrivati all'interno di GMPbike ma che si sono davvero impegnati sia nella preparazione che nella ricerca dei tracciati alternativi quando se ne è avuto bisogno. Grazie, Grazie, Grazie davvero e prepariamoci già per il prossimo anno dove partendo da Assisi arriveremo sulle sponde del Mar Adriatico con un altro percorso che sarà ancora tutto da disegnare. 

 
Tappa N. Data Partenza  Arrivo Km Dislivello
1 19/05/2019 Livorno Pontedera 51,8 322
2 20/05/2019 Pontedera Empoli 47,1 679
3 21/05/2019 Empoli San Casciano Val di Pesa 61,2 1.351
4 22/05/2019 San Casciano Val di Pesa San Filippo a Ponzano 49,2 1.208
5 23/05/2019 San Filippo a Ponzano Larniano 35,9 958
6 24/05/2019 Larniano Certaldo 30,6 426
Totale Km/Dislivello 275,8 4.944
 
I protagonisti dell'avventura
   
   
   
   
   
Dino Luigi Maurizio Pier Rossano
Data Descrizione
19/05/2019 Livorno - Pontedera
Con la prima tappa di oggi, iniziamo a seguire il percorso che da Livorno ci condurrà in Valdelsa. Sarà una tappa di trasferimento perché arrivando con il treno da Milano abbiamo a disposizione solo mezza giornata per raggiungere la struttura dove ci fermeremo per passare la notte. Quando arriviamo il tempo non è certo dei migliori ed a Pisa, mentre attendiamo la coincidenza un grosso temporale ci da il benvenuto. Fortunatamente quando arriviamo alla stazione di Livorno, uscendo sulla strada, sembra passato anche se nuvoloni bianchi e grigi di addensano sopra le nostre teste. Decidiamo quindi, a malincuore,  di non passare per il bel centro cittadina ma di partire per la nostra meta perché arrivare fradici non piace a nessuno. Siamo però fortunati perché, nonostante la giornata non sia caldissima, riusciamo ad evitare la pioggia che vediamo sempre in lontananza abbattersi su paesi non molto distanti da noi in linea d'aria. Qualche piccola variazione sul percorso originale c'è stata perché in alcuni tratti le sterrate erano sparite oppure rese impraticabili dall'acqua e dal fango che in alcuni punti è davvero come se fosse colla.
20/05/2019 Pontedera - Empoli

Giornata caratterizzata dal primo mattino con tempo molto ma molto incerto che fa presagire un temporale da un momento all'altro. Sarà un percorso completamente diverso da quello che avevamo in programma di fare perché alcune direzioni, anche se da noi percorse, arrivavano in punti dove era poi impossibile proseguire (sbarre o cartelli di divieto), vuoi per via del fango o semplicemente perché il sentiero terminava nel nulla. Abbiamo però la fortuna di passare per strade, asfaltate, dove il traffico è davvero scarso o inesistente e raggiungiamo dei piccoli borghi dove le persone che vi abitano si possono contare sulle dita di due mani. Terreni molto umidi e tanto fango con diverse inversioni di rotta anche dopo aver pedalato qualche ora su delle bellissime strade bianche che i navigatori segnalavano percorribili ma che si perdevano poi nel mezzo di grandi prati. La passione però è passione e nonostante tutto e con qualche sintomo di stanchezza abbiamo ripreso la nostra strada per arrivare alla meta di Empoli.

21/05/2019 Empoli - San Casciano Val di Pesa
Oggi è il terzo giorno in Toscana, sembravano lunghi i giorni da passare in sella ed invece eccoci già pronti per un altro trasferimento. Quest'oggi da Empoli, in Valdarno,  ci trasferiamo in Val di Pesa con un percorso che già con i suoi 60 e passa km la dice lunga sull'effettiva difficoltà. Speriamo nel meteo che, come nei giorni precedenti, ci ha lasciato stare all'asciutto mentre intorno a noi imperversavano temporali anche di grossa entità. Sarà una lunga giornata, ma guardando la traccia passeremo per angoli di valle dove i paesaggi si perderanno a vista d'occhio e dove le colline con uliveti e vigneti la faranno da padrone. Un'angolo di questa Toscana che non conosciamo assolutamente e che rimane lontano, al momento, dai grandi tour dove troveremo senz'altro qualche sentiero chiuso o impossibile da percorrere, ma siamo venuti qui per aprire un tracciato che con le varie tappe arriverà poi a congiungersi con il precedente dello scorso anno Valdelsa-Assisi.
22/05/2019 San Casciano val di Pesa - San Filippo a Ponzano
Tappa non molto lunga ma, anche quella di quest'oggi, abbastanza impegnativa. E' la quarta giornata di fila che siamo in sella e adesso un po' di stanchezza comincia ad affiorare. Non sono però i km che ci spaventano ma sono lo zaino e le borse che ci portiamo appresso che iniziano a pesare. Quest'oggi passiamo dalla Val di Pesa alla Valdelsa superando tante belle colline seguendo bellissimi sterrati, a tratti impegnativi, rimanendo nel contesto di bellissimi boschi dove incontrare qualcuno è davvero difficile se non quasi impossibile ma, quando le persone si trovano, sono davvero affabili e si fermano con il gusto di sapere da dove veniamo e dove stiamo andando perché, forse, di biker qui ce ne sono ma con gli zaini in spalla credo ne passino davvero pochi. Qualcuno ci mette in guardia da incontri con la fauna selvatica, come Cervi, Daini, Cinghiali, Caprioli e Lupi con storie bellissime di chi vive qui da una vita e ha visto veramente di tutto in questo bellissimo territorio. Oltre a questo i vigneti nella tappa di oggi la faranno da padrone ed entreremo nella patria del Chianti DocG nella raffinatezza del territorio che l'uomo ha saputo plasmare. E per finire la storia con i Castelli, i borghi e le Chiese che troviamo sulla strada dove il tempo sembra essersi fermato.
23/05/2019 San Filippo a Ponzano - Larniano
La prima notte senza pioggia è quella del quinto giorno. Dobbiamo però dire che nonostante un meteo, non certo dei migliori (anzi da notizie, che danno i vari TG nazionali e non, sembrerebbe che questo mese di maggio sia uno tra i più piovosi degli ultimi 50 anni) non abbiamo mai preso una goccia d'acqua durante i nostri vari spostamenti da Livorno, fin qui, a San Filippo a Ponzano. Non ci siamo fatti mancare proprio niente neppure quest'oggi dove, passando per questi stupendi borghi, ti vien voglia di proseguire sempre per un'altra tappa senza fermarti mai. Mancano davvero pochi chilometri per  arrivare all'imbocco del tratto Valdelsa-Assisi dello scorso anno ma in cuor nostro non vorremmo finire così presto quest'avventura che ci ha regalato davvero una nuova serie di esperienze che non dimenticheremo tanto facilmente. Tanta roba davvero e tra storia, paesaggi favolosi e cene, all'insegna dei prodotti tipici, come faremo a scordarci di questi bellissimi giorni passati in compagnia.
24/05/2019 Larniano - Certaldo
Dopo un'altra bellissima serata, da ricordare, quest'oggi ci aspetta l'ultima tappa del nostro viaggio, sarà quasi un trasferimento perché la distanza che ci separa dalla stazione di Certaldo è davvero minima. Nonostante questo avremo ancora l'opportunità di passare in località dove mai in precedenza siamo passati e quindi anche se il tragitto sarà breve faremo altre conoscenze del bellissimo territorio che ci circonda. Nulla da dire su questi giorni che sono come volati e dove la compagnia, sempre ottima, si è rinsaldata man mano che procedavamo su queste strade tutte sconosciute. Di certo non abbiamo fatto una passeggiata, non tanto per i km e il dislivello complessivo, quanto per lo zaino che dopo qualche giorno inizia davvero a pesare e rallenta l'andatura in modo a tratti vistosissimo. Però tutto questo fa parte delle nostre scelte perché partire sapendo di dover raggiungere tutti i giorni un'altra destinazione è quel qualcosa in più che rende questa vacanza ancor più bella. Grazie davvero a Dino, Luigi, Maurizio e Rossano che con la loro simpatia hanno fatto di questi giorni un evento che mai scorderemo.   
 
Le strutture di sosta sul percorso